Mostra Personale di Mattia Paoli – Tracce nel Tempo

Comunicato Stampa 

La prima mostra personale del giovane artista fiorentino Mattia Paoli, che raccoglie l’essenza del suo intero percorso artistico e ne svela nuove accezioni e significati.

Tracce nel Tempo si terrà presso la Galleria e Associazione Culturale “Gadarte”, in via Sant’Egidio 27/R, Firenze dal 19 al 31 maggio 2018 e vedrà esposte opere pittoriche e scultoree dell’artista.

Tracce nel Tempo è un percorso, istintivo ed analitico al medesimo tempo, attraverso il quale è possibile studiare la composizione e scomposizione della materia, attribuibili all’azione inarrestabile del Tempo.
L’impulso smuove la curiosità, trasforma l’iniziale desiderio dell’artista in necessità di scomporre, di vedere oltre, di addentrarsi nella materia per carpirne i significati e le sfaccettature, sempre diverse. Il caos del substrato, complesso e mai univoco, genera ammirazione e sgomento nell’artista che, per esprimere tali idee, è portato a cercare significanti mutevoli ed in continua evoluzione. Ne segue la razionalizzazione, la geometria che cerca di contenere il fiume inarrestabile di concetti ed il susseguirsi eraclitiano dei logoi. Il prodotto di tale alchimia è un’esplosione cromatica, con polimeri, filati e metalli da cui sgorgano cascate di pittura. L’oro, il bianco ed il nero dominano, come antitesi primordiale dalle origini antichissime, intervallate da una luce aurea, raffigurazione dell’infinito. L’eternità si materializza anche attraverso le “plastiche” dei dipinti e delle sculture che, simboli del tempo, sembrano quasi fondersi e divenire un elemento indissolubile dell’ambiente circostante.

Tracce nel Tempo, oltre a rappresentare un percorso, diventa anche uno strumento per osservare, da molteplici punti di vista, la polivalenza del reale. La mostra consente di partire dall’esperienza soggettiva dell’artista, che “manda in frantumi” i mezzi a sua disposizione per ricreare opere che riproducono l’eternità dei momenti come dei microcosmi protetti da membrane plastiche ed ingabbiati in segni ripetitivi.

La visita diviene, poi, un percorso prettamente individuale, personale, riflessivo.

La mostra presenta, oltre ad opere inedite, i primi lavori dell’artista realizzati tramite l’utilizzo di ruote ed oggetti circolari che, intinti in vernici, gli hanno consentito di disegnare segni simili ad irregolari suoli stradali. Queste tracce manifestano quel “gesto spontaneo” che esce dalla routine

 e che si tramuta in opera d’arte, infrangendo la ciclicità del quotidiano nel tentativo di inseguire la fugace eternità del tempo.

Mattia Paoli – Biografia: giovane artista fiorentino, attivo da moltissimo tempo nel mondo dell’arte.

 

La pittura è parte integrante della sua vita da sempre, dipinge sin da quando ne ha memoria, utilizzando le

più svariate tecniche e lasciando spazio a creative sperimentazioni.

Molto apprezzato negli Stati Uniti ed in Gran Bretagna, è attivo, come

artista, attraverso la partecipazione a vari concorsi nazionali ed internazionali nonché essendo membro dell’Associazione “Amici di Gadarte” di Firenze.

A cura di Claudia Becchimanzi

https://www.facebook.com/nojculture/

Pubblicazione online su Exibart

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *